martedì 10 gennaio 2012

Italia condannata per l'emergenza rifiuti

Rifiuti, Italia condannata dalla Corte dei Diritti dell'uomo di Strasburgo, dal resoconto di evince che lo Stato non è riuscito a far fronte alla ormai nota emergenza rifiuti negli anni della denuncia. Il gap di numerosi anni che divide il ricorso di alcuni Cittadini ad oggi, non fa altro che sottolineare la gravità del problema dei rifiuti, della loro gestione, dello smaltimento degli stessi e dell'educazione sociale morale delle Persone. Dal 1994 al 2012, possiamo migliorare.

Continua

lunedì 19 dicembre 2011

Serata d'Ascolto

Serata d'Ascolto da non perdere alla Scuola di Musica del Garda.
Argomento di oggi John Cage "il musicista inventore di suoni", presenta il M°Carlo Boccadoro, ancora una volta Protagonista di una delle tante iniziative culturali della Scuola. Una grande fortuna poterlo sentire ancora una volta vicino a casa.

Continua

martedì 29 novembre 2011

Come il Jazz può cambiarti la Vita

Non è solo musica, il jazz. E' anche un modo di stare nel mondo, è un modo di stare con gli altri. Al cuore della sua "filosofia" ci sono l'unicità ed il potenziale di ciascun individuo, uniti però alla sua capacità di ascoltare gli altri ed improvvisare insieme a loro. E' stato creato dai discendenti degli schiavi, ma sa parlare di libertà. E' figlio della malinconia del blues, ma sa lasciarsi andare alla felicità più pura. Le sue radici sono nella tradizione, ma la sua sfida è la continua innovazione. E anche se vive di tensione armoniche e ritmiche, ha saputo e sa essere ancora messaggero di pace. Wynton Marsalis fa leva sulla sua eccezionale storia artistica e sull'eredità dei grandi maestri per introdurci in questo universo fatto di opposti che si riconciliano. "Spero di far arrivare a un pubblico nuovo il messaggio positivo della più grande musica americana. Vorrei far capire come il rispetto e la fiducia reciproci di cui i grandi musicisti danno prova sul palco, possono cambiare la nostra visione del mondo ed arricchire ogni aspetto della nostra vita, dalla creatività individuale alle relazioni personali, fino al modo di condurre gli affari"- Traduzione di Edoardo Fassio - Wynton Marsalis.


Grazie a Barbara, Eleonora, Francesco, Martina e Riccardo per la sorpresa e semplicemente per il vostro affetto.

Continua

giovedì 11 agosto 2011

ABC Trio



Qualche Foto estratta dall'ultimo concerto degli ABC Trio

Continua

lunedì 16 agosto 2010

Rieccoci sul Blog

Dopo mesi e mesi di inattività dal blog, ho pensato di ritornare a scrivere qualcosina sul mio spazio nel Web, che avevo troppo trascurato. Di tempo ne è passato parecchio, da Gennaio '10 ad Agosto, in cui gli studi legati all'Università e alla Musica procedono a ritmo serrato, regalandomi in diversi momenti belle soddisfazioni. Questo intervento finisce qui, argomenti più interessanti verranno trattati in seguito.

Continua

giovedì 7 gennaio 2010

I Miei Weathers

Non ho scelto a caso la foto con cui ho voluto concludere quella serie di post dedicati ad uno dei gruppi più "grandi" mai esistiti. La formazione è quella che ha inciso gli album Heavy Weather, Black Market, quella con cui gli Weather hanno consacrato definitivamente il loro successo, insieme hanno raggiunto il loro apice massimo di popolarità e di genialità. Mi piace pensare agli Weather Report ricordando il loro periodo di maggior successo e di maggior esposizione creativa.
Da sinistra a destra:
Joe Zawinul – Principale compositore degli Weather e pianista di grande qualità espressiva.
Jaco Pastorius – Sicuramente il bassista più innovativo e creativo dell’intera storia del Jazz.
Alex Acuna – principale percussionista e\o batterista della band insieme a Badrena.
Wayne Shorter – Uno fra i sassofonisti più conosciuti proprio per le sue geniali improvvisazioni.
Manolo Badrena – famoso percussionista del gruppo, geniale nei suoi ritmi.

Continua

mercoledì 6 gennaio 2010

Weather Report - La Storia -

Parte III - The End

La formazione è probabilmente all'apice della parabola del successo, i concerti in tutto il mondo registrano il “tutto - esaurito”, nei live gli Weather Report sono un treno in corsa, energia allo stato puro ma, al contempo, diventano sempre più frequenti le voci di dissidi tra i due cervelli del gruppo. Night Passage (1980) è il nuovo lavoro del gruppo, promosso anche in Italia con una serie di concerti, e con questo, gli Weather Report recuperano sonorità di stampo prettamente jazzistico.
La storia del gruppo però vive ormai i suoi capitoli finali, il marchio Weather Report si riconosce ormai in un genere, i due leader storici gestiscono sia la notorietà acquisita negli anni precedenti sia una redditizia macchina da spettacolo, ma lo spirito creativo del gruppo si sta pian piano assopendo, nonostante il successo delle ultime uscite.
Nel 1983, con la pubblicazione di un nuovo album, occorre segnalare l'uscita dal gruppo di Jaco Pastorius, che accettate alcune collaborazioni, si emarginerà in una anonima carriera solistica; poco tempo dopo la sua uscita dalla band, questo straordinario musicista viene assassinato all’uscita di un locale in cui si era precedentemente esibito. Per gli altri componenti degli Weather Report questo fatto è un enorme tragedia, insieme alla tristezza dovuta alla scomparsa dell’amico bassista, si alternavano sensazioni di sgomento, di incertezza e di nostalgia per gli anni passati insieme.
Le successive apparizioni del gruppo sono tutte caratterizzate dall’intercambiabilità dei musicisti, fatta eccezione per Zawinul e Shorter, che si separeranno dopo l’ incisione di un ultima raccolta di brani.

Continua

martedì 5 gennaio 2010

Weather Report - La Storia -

Parte II - Il Successo

Nel 1971, durante una tournee in Giappone, viene registrato il secondo album del gruppo, intitolato "I Sing The Body Electric". La critica è sempre più entusiasta e meno divisa nell'apprezzare la nuova creatività e la freschezza compositiva del gruppo, il materiale inciso denota una notevole libertà espressiva, l'apparente caoticità è in realtà regolata da una forte disciplina. Il gruppo tende a curare, nei concerti dal vivo come nelle registrazioni di studio, il sound che diventerà uno degli aspetti distintivi più importanti.
Con il terzo lavoro "Sweetnighter" (1973) la musica diventa più orecchiabile ma non per questo banale, Joe Zawinul si muove con padronanza tra i sintetizzatori, il sax di Shorter pennella con maestria le linee melodiche dei brani e Miroslav Vitous guida in modo eccellente la sezione ritmica.
L'anno seguente è la volta di Mysterious Traveller, migliore disco jazz del 1974; è proprio con questo cd che gli Weather Report raggiungono la piena maturità espressiva, infatti quelle imperfezioni che punteggiavano i primi lavori della band, lasciano il posto ad una musica estremamente raffinata, evidentemente ricercata, costruita e strutturata a tavolino, e insieme spontanea, sospesa su atmosfere evocative.
La formazione è adesso una potente macchina ben oliata e tra i "nuovi acquisti" risaltano i nomi dei percussionisti Alex Acuna e Manolo Badrena, e del bassista Jaco Pastoruis.
Quest'ultimo, senza dubbio influenzerà in modo tangibile la storia futura della formazione, autentico virtuoso, con lui il basso non è più relegato al ruolo di "semplice" supporto ritmico ma, diventa strumento solista dalle sonorità calde ed avvolgenti.
Nel 1976, con l'uscita del best seller Black Market si schiudono alla formazione le hit e le platee di tutto il mondo. Il disco è equilibrato, caldo, armonioso ed il suo successo è costruito su brani come Black Market, Elegant People e Gibraltar.
Da bravi meteorologi Zawinul e compagni intuiscono che il tempo volge per loro al bello e, senza farsi attendere più del necessario dal vasto pubblico, pubblicano Heavy Wheather.
L'album è una autentica “over dose” di energia creativa, potente, vario, intelligente, un vero successo per il pubblico; l'album che ancora oggi sembra immune alle mode ed alle insidie dei decenni che passano, si apre con la famosa composizione di Zawinul intitolata Birdland, che ben presto si troverà in testa alle hit mondiali, e che sarà saccheggiata dai pubblicitari e dai media, per proseguire con brani altrettanto famosi come Teen Town e Palladium.

Continua